Alcune info utili

Il termine deriva da chalet Arpitan termine proveniente dalla Svizzera e dalla Savoia. Questo termine, a sua volta, deriva dal latino medievale calittum, di dubbia derivazione. Alcuni lo fanno derivare da una parola indoeuropea cioè cala che significherebbe rifugio.

Nel Québec francese viene chiamato chalet anche una costruzione, specialmente in una stazione di sci, che non viene costruita nello stile classico dello chalet.

In molte Alpi molti chalet vengono utilizzati stagionalmente come aziende agricole.

pastori che vi vivono vi producono burro e formaggio e li utilizzano come luogo di conservazione del formaggio.

In inverno, i prodotti col bestiame, sono portati a valle, lasciando, nelle stagioni fredde, inutilizzati gli chalet.

Vicino a piccole finestre degli chalet, vi sono piccole capanne dette Mazots dove venivano chiusi degli oggetti preziosi per il periodo inutilizzato degli chalet.

Un mondo a se, un paradiso, una nicchia, un ritaglio importante della propria vita dove rifugiarsi immersi nella natura

Damigi

Attualmente, molti chalet possono essere prenotati come residenze estive montane.Chalet è spesso utilizzato anche per descrivere un cottage distinto da una struttura ricettiva turistica. Gli chalet possono essere simili a monolocali con angolo cottura e servizi igienici.